Archivio dei tag scuola di gyrocopter

Scuola di Autogiro o Gyrocopter

AdminAbrFly No Comments

Il nostro canale  

                                   

PILOTA PER UN GIORNO 

Volo biposto turistico promozionale di ambientamento, con Autogiro, fra le montagne e gli altipiani e sulla costa del bellissimo Abruzzo, potrai pilotare un Autogiro in tutta sicurezza con un istruttore al tuo fianco, l’esperienza a inizio dopo un breafing con il pilota istruttore, dove ti illustrerà il funzionamento del tipo di velivolo, il quale rientra nella categoria ultraleggero come da vigente normativa italiana. Potrai condividere il volo in diretta sui social stando comodamente seduto ai comandi, ed ammirare il panorama.

Regala…ti  un emozione

 

Contattaci al  3296182962  o invia un messaggio.

 

La scuola di autogiro, certificata aeci n°444 vds-vm, abilitata a svolgere questa attività di volo, è operativa con un autogyro Magni Orion M 24.       MagniGyro

Corso di pilotaggio per il conseguimento dell’attestato di autogiro, conforme al programma AecI: 16 ore di pilotaggio + 33 ore di teoria.

Mini corso teorico pratico ore di volo 4.

Per i piloti di tre assi è sufficiente il passaggio macchina su autogyro direttamente presso la nostra scuola.

Corso di abilitazione al trasporto del passeggero.

Le attività del centro volo sono riservate agli associati e a tutti coloro che ne fanno richiesta. La quota di iscrizione minima per questa attività comprende un volo con tessera socio.

Tutte le attività sono finalizzate alla promozione didattica e regolamentate dal nostro aero club.

 

Contattaci al  3296182962  o invia un messaggio.

   

    

    

   

L’autogiro nasce nel 1920 dall’ingegnere spagnolo Juan de La Cierva. Il velivolo assomiglia ad un elicottero per la presenza del rotore, ma strutturalmente e meccanicamente la differenza sta nel fatto che nell’elicottero il rotore è azionato direttamente dal motore, mentre nell’autogiro il rotore gira liberamente, le cui pale, sotto l’effetto del vento relativo generato dal suo movimento, acquistano il regime di rotazione necessario per il sostentamento, favorendo l’auto-rotazione delle pale, che assicurano la portanza. Il motore serve solo ad azionare un’elica spingente o traente. Nell’ipotesi di un’avaria al motore, il velivolo è comunque pilotabile e controllabile  fino all’atterraggio. Video   E’ un velivolo studiato per garantire la massima sicurezza in volo, con una capacità di manovra molto elevata, decolla e atterra in poco spazio, circa 150 metri con due persone a bordo, e l’impossibilità di entrare in vite gli conferisce un’elevata sicurezza sia in volo che in atterraggio. Può raggiungere una velocità massima di tutto rispetto, circa 190 kmh ed una minima particolarmente bassa di 40 kmh conferendogli atterraggi cortissimi, sopporta venti molto forti ed è molto stabile in turbolenza. Il pilotaggio è per certi versi più semplice di un aeroplano e di un elicottero, infatti, è assolutamente ed automaticamente stabile senza richiedere l’incessante attenzione del pilota sui comandi. Tutto ciò grazie all’eliminazione di certi dannosi effetti provocati da condizioni particolari dell’aria, che venendosi a trovare in esse, si incomberebbe nello stallo, fenomeno ben noto agli aerei ad ala fissa, l’autogiro invece conserva la sua stabilità e perde soltanto, lentamente quota. Inoltre la macchina è capace di scendere quasi verticalmente ed atterrare in poco spazio e procedere di pochi metri dopo aver toccato terra .